Come comunicare con chi fa ostruzionismo

 Come comunicare con chi fa ostruzionismo

Thomas Sullivan

L'ostruzionismo si verifica quando uno dei due partner cessa di comunicare con l'altro, allontanandosi fisicamente ed emotivamente dal partner.

La vittima dell'ostruzionismo può cercare di comunicare con l'ostruzionista, ma è come se quest'ultimo avesse eretto un muro di pietra intorno a sé che blocca ogni comunicazione con il partner.

L'ostruzionismo può assumere diverse forme, ma il "trattamento del silenzio" è il modo più comune di fare ostruzionismo nelle relazioni. Altri comportamenti di ostruzionismo includono:

  • Rifiutarsi di rispondere alle domande o rispondere in modo conciso, con una sola parola.
  • Fingere di non sentire o ascoltare
  • Fingere che l'altra persona sia invisibile (ostruzionismo mentale)
  • Voltarsi ed evitare il contatto visivo
  • Fingere di essere troppo occupati per partecipare a una conversazione
  • Rifiuto di parlare del problema in questione
  • Cambiare argomento
  • Allontanarsi e lasciare la stanza
  • Urlare per chiudere la conversazione
  • Disinteresse per le preoccupazioni del partner

Motivi per cui le persone fanno ostruzionismo

L'ostruzionismo può essere sia volontario che involontario. Quando è involontario, è per lo più una reazione difensiva allo stress e alla sopraffazione. Quando è volontario, di solito è una punizione per un torto percepito.

1. L'ostruzionismo come meccanismo di difesa

Quando le cose si caricano di emozioni, soprattutto per gli uomini e per gli introversi, può essere difficile da gestire. Le ricerche dimostrano che circa l'85% degli uomini fa ostruzionismo nelle relazioni di coppia, si rifugia nella propria "grotta maschile" e impiega molto tempo per calmarsi.

Le donne, invece, sono in grado di calmarsi in tempi relativamente brevi: un attimo prima sono arrabbiate con voi e un attimo dopo vi dicono cose affettuose.

Guarda anche: Test del disturbo di personalità multipla (DES)

Le donne sentono lo stress e lo smaltiscono piuttosto rapidamente con un po' di "autocura", mentre per gli uomini lo stress è un problema che devono risolvere tranquillamente nella loro "grotta maschile".

2. Ostruzionismo come punizione

L'ostruzionismo deliberato è usato per punire il proprio partner.

Entrambi i partner della relazione hanno il desiderio di entrare in contatto con l'altro. Quando uno dei partner pensa Se si è subito un torto, si smette di parlare con l'altro partner. Questo trattamento silenzioso invia il seguente messaggio:

"Sto ritirando il mio amore, le mie cure e il mio sostegno perché mi hai fatto un torto".

È un atto di vendetta e di punizione, ma anche un modo per esercitare il potere.

A questo punto, spetta al partner ostacolato "riconquistare" l'ostruzionista: se il partner ostacolato vuole parlare e stabilire di nuovo un legame, deve scusarsi e fare ammenda.

3. L'ostruzionismo come meccanismo di evitamento

L'ostruzionismo può essere usato per evitare o attenuare i conflitti. I conflitti acquistano slancio quando c'è un continuo tira e molla tra le due parti. Quando una delle due parti fa ostruzionismo, il conflitto va in corto circuito.

Inoltre, è inutile discutere con alcune persone. Non importa quello che dite, sapete che non vi ascolteranno. Si rifiutano di entrare in empatia con voi o non sanno come comunicare. In questi casi, l'ostruzionismo può essere una tattica preziosa per evitare lunghe e inutili discussioni.

Effetti dell'ostruzionismo

L'ostruzionismo può essere dannoso per una relazione perché chiude tutte le linee di comunicazione. La comunicazione è ciò che mantiene vive le relazioni. Infatti, la ricerca ha dimostrato che l'ostruzionismo è un significativo fattore predittivo di divorzio.

L'ostruzionismo danneggia le relazioni:

  • Far sentire il partner ostacolato e abbandonato.
  • Riduzione della soddisfazione relazionale per entrambi i partner
  • Diminuzione dell'intimità
  • Aumento del rischio di depressione
  • Far sentire il partner ostacolato, manipolato e senza speranza.
  • Lasciare irrisolti i problemi relazionali

Come fare breccia in un ostruzionista

Prima di prendere provvedimenti per ristabilire la comunicazione con un partner ostruzionista, cercate di capire cosa sta cercando di ottenere con il suo ostruzionismo: è un meccanismo di difesa, una punizione o una strategia di evitamento?

A volte questi motivi possono sovrapporsi.

Se non avete motivo di pensare che il vostro partner vi stia punendo, bene: dovete solo dargli spazio per calmarsi ed elaborare le sue emozioni.

Una volta che l'avranno fatto, riprenderanno a comunicare con voi come se nulla fosse accaduto. Una volta che la comunicazione sarà ripresa, potrete lamentarvi del loro comportamento ostruzionistico in modo assertivo, facendo capire loro come vi sentite e perché è inaccettabile.

Rispondere all'ostruzionismo arrabbiandosi o cercando di ristabilire immediatamente la comunicazione raramente funziona. Se si colpisce un muro di pietra, non si romperà e ci si farà solo del male. C'è un motivo per cui stanno mostrando questo comportamento. Lasciateli fare.

Guarda anche: Linguaggio del corpo: coprire occhi, orecchie e bocca

Quando ostruzionismo = punizione

Se avete motivo di credere che l'ostruzionismo sia una punizione, dovete seguire la stessa strategia: date loro spazio per ostruire.

Quello che farete in seguito dipenderà da quanto tenete alla relazione. Dopo aver dato loro un po' di tempo, riprendete la comunicazione. Chiedete loro perché hanno tergiversato con voi.

Spesso scoprirete che avevano un motivo reale per sentirsi offesi. Chiedete scusa se avete fatto loro un torto, intenzionalmente o meno, e chiarite le loro idee sbagliate se non l'avete fatto.

Dite loro che, anche se si sono sentiti offesi, avrebbero dovuto parlarne apertamente e che l'ostruzionismo non è il modo giusto per gestire questi problemi. Assicuratevi di richiamarli all'ostruzionismo, in modo che non ripetano questo comportamento.

Se la persona in questione fa ostruzionismo in continuazione, è probabile che lo usi per manipolarla e per esercitare il suo potere su di lei. Se si affretta sempre a riconquistarla dopo un periodo di ostruzionismo, ha un'ottima arma in dotazione che può usare ogni volta che vuole fare a modo suo.

In questo caso, volete rispondere al loro ostruzionismo con l'ostruzionismo: così facendo, invierete loro il messaggio che anche voi potete farcela.

Ricambiando l'ostruzionismo, vi rifiutate di dar loro il piacere e la soddisfazione di infastidirvi alla semplice pressione del tasto dell'ostruzionismo. Dimostrate di essere totalmente indifferenti al loro ostruzionismo. Penseranno che il loro ostruzionismo non funziona e lo lasceranno cadere come una patata bollente.

Se gli importa qualcosa di voi, saranno costretti ad abbandonare il loro gioco e la lotta per il potere finirà.

L'ostruzionismo nelle relazioni è sintomo di una mancanza di comunicazione aperta. Se i partner non riescono a comunicare apertamente le loro speranze, i loro sogni, le loro paure e le loro preoccupazioni in una relazione, questa non durerà.

Thomas Sullivan

Jeremy Cruz è uno psicologo esperto e autore dedito a svelare le complessità della mente umana. Con una passione per la comprensione delle complessità del comportamento umano, Jeremy è stato attivamente coinvolto nella ricerca e nella pratica per oltre un decennio. Ha conseguito un dottorato di ricerca. in Psicologia presso una rinomata istituzione, dove si è specializzato in psicologia cognitiva e neuropsicologia.Attraverso la sua vasta ricerca, Jeremy ha sviluppato una profonda conoscenza di vari fenomeni psicologici, tra cui memoria, percezione e processi decisionali. La sua competenza si estende anche al campo della psicopatologia, concentrandosi sulla diagnosi e il trattamento dei disturbi della salute mentale.La passione di Jeremy per la condivisione della conoscenza lo ha portato a fondare il suo blog, Understanding the Human Mind. Curando una vasta gamma di risorse psicologiche, mira a fornire ai lettori preziose informazioni sulle complessità e le sfumature del comportamento umano. Dagli articoli stimolanti ai suggerimenti pratici, Jeremy offre una piattaforma completa per chiunque cerchi di migliorare la propria comprensione della mente umana.Oltre al suo blog, Jeremy dedica il suo tempo anche all'insegnamento della psicologia in un'importante università, nutrendo le menti di aspiranti psicologi e ricercatori. Il suo stile di insegnamento coinvolgente e l'autentico desiderio di ispirare gli altri lo rendono un professore molto rispettato e ricercato nel settore.I contributi di Jeremy al mondo della psicologia si estendono oltre il mondo accademico. Ha pubblicato numerosi articoli di ricerca su prestigiose riviste, presentando le sue scoperte a conferenze internazionali e contribuendo allo sviluppo della disciplina. Con la sua forte dedizione a far progredire la nostra comprensione della mente umana, Jeremy Cruz continua a ispirare ed educare lettori, aspiranti psicologi e colleghi ricercatori nel loro viaggio verso il dipanare le complessità della mente.